Il vero vetro di Murano: opere inedite in mostra a palazzo Da Mula

Il vero vetro di Murano: opere inedite in mostra a palazzo Da Mula
“Artisti con una storia importante e giovani talenti incoraggiati a rimanere sull’isola, poiché rappresentano il futuro non solo artistico ma anche economico.”

L’arte del vetro rigorosamente “Made in Murano” in mostra a Palazzo da Mula, a Murano, dal 9 al 16 settembre, in occasione della Venice Glass Week. L’iniziativa “Col Vero se incontra…2018”, giunta alla seconda edizione, è un’esposizione collettiva di 30 maestri vetrai che svolgono la loro attività nell’isola, e rappresenta una suggestiva panoramica delle diverse tecniche artistiche sviluppate nel tempo dagli artisti che hanno deciso, nonostante le tante difficoltà, di restare a vivere e lavorare nell’isola e che si sono riuniti nell’associazione no profit “30141 Murano”.
Vero e tecniche
Il titolo dell’evento presenta una doppia chiave di lettura: “vero” in dialetto significa “vetro” ma anche “reale, autentico” e, nel gergo lavorativo della fornace, “incontrarsi” significa che le diverse tipologie di vetro coesistono in un unico pezzo senza attriti e conseguenti spaccature. Il “vero” vetro, quindi, incontra se stesso e i suoi artefici nella “reale” patria del vetro: Murano. Le opere presentate sono inedite e rappresentano le diverse tecniche artistiche con cui viene lavorato il vetro di Murano quali il lume, la molatura, l’incisione, la decorazione, la soffiatura e la lavorazione a massello a mano volante.
Restare sull’isola
Gli artisti che appartengono all’associazione e che espongono le loro opere alla mostra – spiega il fondatore e presidente di “30141 Murano”, Stefano Dalla Valentina – sono tutte persone che rappresentano l’espressione più autentica dell’arte del Vetro di Murano, la loro arte è frutto di tradizioni antiche tramandate di generazione in generazione. Alcuni sono artisti che hanno una storia importante alle spalle, altri sono giovani talenti che vanno incoraggiati a rimanere a Murano poiché rappresentano il futuro non solo artistico ma anche economico di quest’isola”. L’ associazione in 5 anni di attività ha collaborato e collabora tutt’ora con le iniziative che promuovono l’isola, e il vetro in primis, in stretto contatto con il Museo del Vetro.
Nel 2017 ha allestito all’interno del Casinò di Venezia, palazzo Ca’ Vendramin, un albero di Natale altro 3 metri e mezzo, con 157 decorazioni in vetro elaborate da 33 diversi Maestri. A luglio 2018 a Palazzo Ducale, in occasione della Festa del Redentore, è stata donata al Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati una campanella in cristallo e oro decorata a mano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Print